Quali sono i camini elettrici più potenti? Guida ai prodotti, costi, marche. Consigli di valutazione

Se ti stessi chiedendo quale sia il camino elettrico più potente, ti trovi nella pagina di internet che fa al caso tuo. Infatti in questa piccola guida andremo ad affrontare una serie di questioni, passando principalmente dalle caratteristiche di potenza e vedendone poi tante altre, per comprende al meglio questi dispositivi molto particolari e funzionali per la casa.

Il camino elettrico in generale

Quando pensiamo ai camini elettrici, rispetto ai modelli classici a legna e pellet, pensiamo alle bollette alte: Analizziamo le sue funzioni e i problemi comuni cercando di capire se sia realmente così. Il caminetto elettrico infatti ha le caratteristiche di basso consumo energetico e generazione di calore istantanea senza rinunciare alla vista della fiamma.

Simile alla bellezza estetica di un camino tradizionale, può essere indossato comodamente in un camino elettrico, non ha canna fumaria e può emettere polvere e cenere. Il camino si chiama anche Geppetto, perché sembra che la fiamma che batte brucia effettivamente la legna nell’allegro caminetto, quindi il camino elettrico ci ricorda subito l’elevato consumo energetico e le bollette elevate.

Infatti molte volte si sente dire che i camini elettrici consumano molta elettricità e non riescono a riscaldare bene l’intera casa, ma per noi questa è l’unica soluzione che si può pensare nella nostra casa, soprattutto perché non abbiamo abbastanza spazio a disposizione. e abbiamo solo bisogno di poche ore di riposo, ci rilassiamo sul divano dopo essere scesi dal lavoro, il resto della casa ha già un impianto di riscaldamento centralizzato.

Tant’è che questo viene spesso usato come un sistema di riscaldamento sussidiario ai sistemi centrali. Tuttavia ci può far risparmiare laddove stessimo frequentando una sola zona della casa, permettendoci di effettuare un riscaldamento a scacchiera, accendendo il solo camino e non anche il sistema centralizzato.

Il costo iniziale per l’acquisto di stufe a legna o pellet è molto alto, d’altra parte il costo per l’acquisto di un caminetto elettrico è molto più basso, ma ha il potenziale per soddisfare le esigenze di riscaldamento che abbiamo spiegato sopra.

Vi sono tipi e modelli che combinano linee e stili diversi:

  • Alcuni possono essere appesi al muro come fosse un quadro.
  • Altri sono posti al centro della stanza in modo che la fiamma si rifletta su tutte e quattro le pareti.

Il ridotto consumo di energia consente di utilizzare i camini elettrici come soluzione funzionale per riscaldare la vostra casa o integrarsi con una seconda fonte di riscaldamento centrale, fornendo così una sensazione elegante o aumentando la dissipazione del calore in un ambiente aperto, perché è più chiuso o nascosto.

Come scegliere il camino più potente?

Nei modelli standard più comunemente utilizzati, la potenza varia da 900 watt a 2.000 watt, ma sono possibili modelli più potenti. L’alimentazione deve essere regolabile per adattarla alla domanda.

A quanto ammontano i consumi? I camini elettrici e le stufe consumano in modi diversi. In media il camino elettrico di potenza media utilizzato ogni giorno dovrebbe essere a risparmio energetico, circa 100 euro al mese, ma questa tariffa varia molto a seconda del tipo di contratto che si firma e del tipo di caminetto. Per questo motivo, si consiglia di consultare prima di effettuare un acquisto. In caso di domande su qualsiasi aspetto, contattare la persona che ha utilizzato il prodotto e in grado di fornire informazioni accurate. Allo stesso modo, contattare il venditore o il produttore può anche aiutare a capire se la scelta è corretta.

I vantaggi di un camino elettrico

La scelta di un caminetto elettrico è una soluzione comoda e conveniente perché: il modello elettrico non necessita di installazione di canna fumaria o impianto di ventilazione, particolarmente adatto a persone che vivono in appartamenti o non si possono montare, e diventa un comodo sostituto dei tradizionali camini a legna o gas naturale;

  • non richiedono alcuna struttura di ventilazione permanente, come un camino, e possono essere posizionati davanti al muro o spostati in altre stanze secondo necessità.
  • Puoi installare un caminetto in qualsiasi stanza della tua casa senza alcun intervento murario, e decidere di acquistare una versione one-stop, dove solo collegando la spina alla fonte di alimentazione, il tuo caminetto può funzionare, che può accendersi, spegnersi e regolare la temperatura secondo le vostre esigenze;
  • Può essere utilizzato immediatamente, senza montaggio, installazione e l’ausilio di tecnici, ma viene posto in casa, dove necessita di essere riscaldato, e collegato ad una presa di corrente.

La caratteristica del camino elettrico è il suo design e funzionalità, comprese le fiamme tremolanti durante l’installazione di fibre ottiche o luci speciali all’interno del sistema, ma il suo svantaggio è che la sua velocità di riscaldamento è la stessa dell’ambiente. Dopo essere stati chiusi, non hanno una buona conservazione del calore nell’ambiente. Particolarmente importante è la mobilità del caminetto, le sue dimensioni variabili e personalizzabili lo rendono facilmente trasportabile e utilizzabile in svariati ambienti, consentendo di dotarsi di un impianto di riscaldamento per uso domestico e vacanziero.

Il camino elettrico è l’alternativa più sicura per i nostri bambini

I camini elettrici non sono pericolosi, ma è necessario pianificare l’installazione in aree in cui non vi è pericolo di incendio, ad eccezione dei modelli progettati e costruiti per questo metodo di installazione, si consiglia di tenere i camini elettrici lontani dalle pareti. E’ pur sempre una fonte di calore ma sicuramente l’assenza di una fiamma lo pone come un elemento sicuro per i bambini.

Guida all’acquisto di un camino elettrico

Come accennato in precedenza, l’acquisto e l’installazione di un camino elettrico è molto semplice, ma c’è una cosa da sapere: prima di collegarlo a una presa di corrente, è necessario controllare l’impianto elettrico e renderlo in uno stato tale da poterlo alimentare continuamente senza problemi.

Ovviamente bisogna propendere per l’acquisto che maggiormente soddisfa le proprie esigenze, per poter acquistare un camino elettrico potente bisogna propendere per un modello che abbia un potenza da 2000 watt o superiori, così da poter avere un dispositivo di riscaldamento quasi sostitutivo. Tieni a mente però che un camino classico riesce a produrre un energia pari a 15000 watt, quindi difficilmente un camino elettrico riuscirà ad emulare quest’ultimi.

Sono uno studente laureando in Giurisprudenza, la cui passione per la scrittura mi accompagna sin dal liceo.
Sono dirigente di due associazioni, la prima studentesca, la seconda socio-culturale. Mi impegno quotidianamente per migliorarmi e sono aperto a nuove esperienze che mi permettano di crescere, sia professionalmente che come persona.

Back to top
menu
sceltacaminielettrici.it